Associazione Obiettivo treno notturno

In un contesto in cui nessuno può negare il fenomeno dei cambiamenti climatici e dei danni ambientali, è necessario offrire ai cittadini alternative credibili ed economiche per i loro viaggi in Europa. La dimostrazione è buona, l’azione è migliore. Per questo motivo personalità di diversa provenienza hanno deciso di unire le forze per creare l’associazione Obiettivo treno notturno.

 


La vicepresidente Isabelle Chevalley, deputata svizzera, spiega perché è stato scelto questo nome: “All’epoca, l’obiettivo di Tintin era camminare sulla luna, il nostro obiettivo è più semplice, è mettere a disposizione degli utenti europei i treni notturni”. Lo scopo di questa associazione sarà quello di realizzare uno studio di fattibilità economica e tecnica e quindi di realizzare una rinnovata offerta di treni notturni, con la particolarità di combinare carrozze cuccette (letti cuccette) e vagoni merci.

Il presidente dell’associazione, Eric Boisseau, spiega: “L’obiettivo di questo mix è di raggiungere ogni anno l’equilibrio economico e finanziario nell’esercizio di questi treni. È già stato istituito un comitato di sostegno, composto da personalità di diversi paesi europei, tra cui alcuni rappresentanti eletti francesi e svizzeri che si sono espressi a favore di questo futuro progetto. Abbiamo una responsabilità nei confronti delle generazioni future e non possiamo nasconderci dietro le difficoltà di non andare avanti. Siamo convinti che tutti insieme, è possibile!